Madonna con Bambino, San Giovannino e due angeli

Alessandro Filipepi detto Botticelli

Alessandro Filipepi detto Botticelli

Scheda tecnica

  • Autore: Alessandro Filipepi detto Botticelli
  • Data: 1468
  • Collezione: PITTURA
  • Tecnica: Tempera su tavola
  • Dimensioni: 98x97 cm
  • Inventario: Inv. 1890 n. 3166

L'opera

Alessandro di Mariano di Vanni Filipepi (1445-1510), più noto come Sandro Botticelli fu allievo del Verrocchio e di Filippo Lippi. In questa opera giovanile, pur rimanendo legato allo stile dei maestri, mostra una volontà di emanciparsi dagli illustri modelli. La composizione della Madonna con il Bambino è arricchita dalla presenza di due angeli e di San Giovanni Battista. Un cherubino sorregge Gesù, mentre l’altro volge lo sguardo idealmente verso l’osservatore. Il Bambino non è rivolto verso la madre, ma sembra concentrato su qualcosa di più lontano. San Giovannino e la Vergine sono invece assorti, come se fossero in uno stato di profonda meditazione. Botticelli utilizzerà più volte questo modello iconografico. L’abito della Madonna, finemente dipinto, rispecchia la moda dell’epoca. L’abilità tecnica di Botticelli è riscontabile anche nella complessa esecuzione a tempera dei tessuti in trasparenza. L’opera, per il piccolo formato probabilmente era destinata alla devozione domestica. Non sono note né la committenza né la collocazione originaria. Dai documenti risulta che fino al 1900 si trovava presso l’Ospedale di Santa Maria Nuova. L’opera è esposta nella Galleria dell’Accademia dal 1919. La tavola è stata restaurata dall’Opificio delle Pietre dure nel 1979. L’ultimo intervento di manutenzione risale invece al 2011.

Iscriviti alla newsletter

Porta un po’ di cultura nella tua casella di posta!

Grazie per esserti iscritto

Ho letto le condizioni di utilizzo e le approvo